Detrazioni fiscali serramenti

Con la legge di stabilità 2017  sono state prorogate FINO AL 31 DICEMBRE 2017 sia la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica, sia la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie.

DETRAZIONE RISPARMIO ENERGETICO 65%detrazione fiscale serramenti

Grazie a questa agevolazione statale è possibile recuperare il 65% dell’intero importo speso per la sostituzione dei serramenti oppure serramenti più oscuranti, con un tetto massimo di detrazione pari a 60'000,00 €

Per saperne di più

 

 

 

 

DETRAZIONE RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA 50%

La detrazione sulla ristrutturazione edilizia comprende la possibilità di recuperare il 50% della spesa sostenuta fino ad un  limite massimo di 96.000 euro anche per :

Per saperne di più

 

DETRAZIONE SCHERMATURA SOLARE 65%

Le schermature devono avere inoltre una loro funzionalità “tecnica”, non possono essere liberamente montabili e smontabili dall’utente e devono avere la marcatura CE.
Per le chiusure oscuranti, come persiane, veneziane e tapparelle, vengono considerati validi tutti gli orientamenti, mentre per le schermature non in combinazione con vetrate, ad esempio le tende esterne, vengono escluse quelle posizionate su pareti esposte a nord. 
Il valore massimo della detrazione per queste tipologie di interventi è di 60 mila euro (da suddividere in 10 rate annuali di pari importo), che corrisponde a un ammontare complessivo di circa 92.300 euro delle spese sostenute per unità immobiliare.

Per saperne di più

 

ISTRUZIONI 

  1. Pagamenti da effettuare tramite bonifico bancario su appositi moduli per la specifica detrazione.
  2. Il produttore fornisce la certificazione energetica che attesta la conformità dei serramenti forniti ai valori limite imposti dal decreto.
  3. Entro 90 giorni dalla data di fine lavori si deve effettuare la registrazione on line sul sito http://finanziaria2015.enea.it e si deve compilare un modulo online.
  4. Per conferma dell’avvenuta richiesta il sistema invia automaticamente al cliente una ricevuta valida come originale. Consegnando tutte le documentazioni al proprio commercialista o al caf , il cliente provvederà a detrarre la percentuale di detrazione in vigore della sua spesa dalle imposte a suo debito per mezzo della dichiarazione dei redditi relativa all'anno in cui ha sostenuto le spese.Per ulteriori chiarimenti è possibile consultare il portale di  www.enea.it.